5 motivi chiave per cui Bitcoin probabilmente vedrà presto nuovi massimi storici

I dati sulla catena suggeriscono che il prezzo del Bitcoin probabilmente raggiungerà un nuovo massimo storico non appena le balene, i minatori e gli hodler a lungo termine torneranno rialzisti.

Il prezzo del Bitcoin ( BTC ) è stato sottoposto a forti pressioni di vendita da parte delle balene negli ultimi due mesi, rivelano i dati sulla catena.

Tuttavia, cinque indicatori chiave suggeriscono che i principali venditori stanno per trasformarsi di nuovo in hodlers o addirittura accumulatori di Bitcoin, mentre la domanda istituzionale rimane alta. Questa è una configurazione esplosiva che potrebbe inviare Bitcoin a nuovi massimi storici a breve termine.

Le balene smisero di vendere

Il numero di balene, che sono indirizzi Bitcoin con un saldo pari o superiore a 1.000 Bitcoin, è diminuito di oltre il 10% dall’8 febbraio, suggerendo una grande svendita di Bitcoin.

Mentre il prezzo del Bitcoin è riuscito a vedere due massimi storici durante il periodo di dumping di due mesi, l’aumento complessivo dei prezzi è notevolmente rallentato, con BTC che ha trovato una forte resistenza a circa $ 60.000. Dal 31 marzo, tuttavia, i grandi possessori di Bitcoin hanno smesso di vendere.

Il ribilanciamento del portafoglio alla fine del trimestre è un momento tipico per le vendite. Dato che Bitcoin ha visto un aumento del prezzo del 104% dall’inizio di quest’anno, c’era da aspettarselo.

Grayscale, il più grande gestore di risorse digitali, ha annunciato il 6 aprile di aver appena ribilanciato il suo fondo digitale a grande capitalizzazione a scapito della vendita di Bitcoin.

Se il ribilanciamento è il driver principale, e considerando che il numero di indirizzi che detengono un valore pari o superiore a 1.000 BTC è tornato ai livelli visti l’ultima volta alla fine del 2020 – quando il prezzo ha iniziato a salire – le balene per ora potrebbero finire di vendere.

Gli hodlers a lungo termine che vendono Bitcoin stanno rallentando

Quando Bitcoin ha rotto il suo precedente massimo del 2019 nell’ottobre 2020, questo è stato uno degli aumenti più rapidi e prolungati dei giorni di monete distrutti (CDD).

La metrica CDD on-chain esprime il „peso“ a cui vendono gli hodlers a lungo termine. Viene calcolato prendendo il numero di monete in una transazione e moltiplicandolo per il numero di giorni trascorsi dall’ultima volta che quelle monete sono state spese. Ciò significa che maggiore è il CDD, maggiore è il volume venduto.

Tuttavia, dall’inizio dell’anno, la vendita da parte di hodlers a lungo termine non solo sta rallentando drasticamente, ma è quasi tornata al livello in cui la svendita era stata inizialmente innescata nel 2020.